Vereinigtes Königreich  Frankreich  Deutschland  Rumänien  Serbien

La cultura rappresenta un importante strumento di lotta alla marginalità sociale e genera inclusione stimolando appartenenza e senso di comunità. In questo senso predispone i cittadini ad agire attivamente e responsabilmente verso il proprio territorio ed il proprio patrimonio culturale.

L’inclusione sociale che si genera attraverso la cultura deve affrontare alcune questioni principali, le quali, a loro volta, sono declinabili in termini di genere, età, minoranze.

Tali questioni sono:

1. Accesso (alle risorse culturali). Riguarda:

  1. l’abbattimento delle barriere che impediscono l’accesso fisico,
  2. la digitalizzazione del patrimonio culturale per renderlo conosciuto e fruibile ad un ampio numero di persone,
  3. la diffusione delle informazioni sul patrimonio per raggiungere anche minoranze -anche linguistiche-, anziani, ecc.., fornendo gli strumenti per conoscere ed agire sul patrimonio.

2. Rispecchiamento.

Ci si deve chiedere se, e come, una minoranza (etnica, di genere, ecc..) possa comprendere, aderire e riconoscersi in una storia, e quanto le diverse identità siano rispettate nel lavoro sul patrimonio.

3. Partecipazione. Riguarda il ruolo delle comunità:

  1. nella produzione di nuovi contenuti culturali attraverso il lavoro sul patrimonio,
  2. la governance democratica del processo di interpretazione del patrimonio.